CPLV21 – Camminare nella natura

Due sono i percorsi alternativi ed accessibili a tutti di 4 e 10 km, che vi porteranno a ri-scoprire i verdi angoli nascosti della nostra città.
1️⃣ Con il percorso breve, raggiungerete la 𝐂𝐡𝐢𝐞𝐬𝐞𝐭𝐭𝐚 𝐝𝐞𝐥𝐥𝐚 𝐌𝐚𝐝𝐨𝐧𝐧𝐞𝐭𝐭𝐚, solitario luogo di preghiera dedicato alla Natività di Maria, fondata pare nel 1530 e dove ancora oggi si celebra la messa in memoria del bombardamento del 7 aprile 1944, in cui morirono 123 bambini (all’interno della chiesa vi è una lapide commemorativa). Da qui, entrerete al 𝐏𝐚𝐫𝐜𝐨 𝐝𝐞𝐥𝐥𝐨 𝐒𝐭𝐨𝐫𝐠𝐚, grande polmone verde della città, interamente percorso da un sentiero naturalistico, costituito da aree in rimboschimento, uno stagno artificiale circondato da canneto, siepi perimetrali e soprattutto dalle risorgive del fiume Storga.
2️⃣ Con il percorso lungo, attraverserete il quartiere di 𝐒𝐚𝐧𝐭𝐚 𝐌𝐚𝐫𝐢𝐚 𝐝𝐞𝐥 𝐑𝐨𝐯𝐞𝐫𝐞, che vanta un importante polo sportivo per l’attività promozionale e giovanile di avviamento alla pratica sportiva e il quartiere di 𝐒𝐞𝐥𝐯𝐚𝐧𝐚, con le sue abitazioni immerse nel verde. Quindi, avrete il piacere di entrare a 𝐕𝐢𝐥𝐥𝐚 𝐓𝐢𝐞𝐩𝐨𝐥𝐨 𝐏𝐚𝐬𝐬𝐢, per gentile concessione del Conte Passi de Preposulo che così racconta:
“Villa Tiepolo Passi, alle porte di Treviso, è un magnifico esempio di Villa Veneta post-palladiana in stile barocco veneziano secondo gli stilemi di Vincenzo Scamozzi. Il primo insediamento di Villa sull’antico Castelliere paleoveneto di Carbonera risale agli inizi del ‘500 e raggiunse le dimensioni attuali un secolo dopo per la committenza della potente famiglia dei Tiepolo, tra le fondatrici di Venezia nel 697 d.C. Nell’ ‘800 passa per vie parentali ai conti Passi de Preposulo che tutt’ora vi abitano, gestendo un’azienda agricola e aprendola al turismo culturale. La Villa e il suo parco sono inseriti nel Circuito delle Ville Venete e nella Garden Route dei parchi storici italiani”
Per maggiori informazioni: www.villatiepolopassi.it
Uscendo da Villa Tiepolo Passi, vi troverete a percorrere alcuni tratti nel 𝐂𝐨𝐦𝐮𝐧𝐞 𝐝𝐢 𝐂𝐚𝐫𝐛𝐨𝐧𝐞𝐫𝐚 per poi concludere la vostra passeggiata immersi nel fresco del 𝐏𝐚𝐫𝐜𝐨 𝐝𝐞𝐥𝐥𝐨 𝐒𝐭𝐨𝐫𝐠𝐚.
🏁 All’arrivo, vi aspettiamo al 𝐕𝐢𝐥𝐥𝐚𝐠𝐞 all’interno del 𝐏𝐚𝐫𝐜𝐨 𝐒𝐚𝐧𝐭’𝐀𝐫𝐭𝐞𝐦𝐢𝐨 per proseguire la giornata con il pranzo, intrattenimento e attività ludiche.

Comunicato stampa edizione 2021

 

CPLV2021 in musica e voci

𝙇𝙀 𝙉𝙊𝙏𝙀 𝘿𝙀𝙇𝙇𝘼 𝘾𝙄𝙏𝙏𝘼’
Accompagneranno i partecipanti di 𝘊𝘢𝘮𝘮𝘪𝘯𝘢𝘳𝘦 𝘱𝘦𝘳 𝘭𝘢 𝘷𝘪𝘵𝘢 2021 musiche e voci di persone che hanno deciso di offrire 𝚐𝚛𝚊𝚝𝚞𝚒𝚝𝚊𝚖𝚎𝚗𝚝𝚎 la loro arte ed il loro talento, affinché l’evento sia ricco di suoni e colori.
Scopriamo insieme chi sono, in ordine di…apparizione!

𝗖𝗢𝗥𝗢 𝗦𝗧𝗘𝗟𝗟𝗔 𝗔𝗟𝗣𝗜𝗡𝗔 𝗗𝗜 𝗧𝗥𝗘𝗩𝗜𝗦𝗢
Il Coro non necessita di particolari presentazioni. Ha infatti alle spalle 60 anni di storia e migliaia di concerti. Il loro repertorio spazia dai brani d’autore scritti per coro maschile e alle canzoni classiche della nostra tradizione popolare.
Il coro si esibirà all’interno delle pertinenze dei 𝑉𝑖𝑣𝑎𝑖 𝑃𝑟𝑖𝑜𝑙𝑎 nel quartiere di Santa Maria del Rovere.

𝐌𝐎𝐍𝐈𝐂𝐀 𝐂𝐎𝐒𝐓𝐀𝐍𝐓𝐈𝐍𝐈 (𝐯𝐢𝐨𝐥𝐢𝐧𝐨) 𝐞 𝐌° 𝐒𝐓𝐄𝐅𝐀𝐍𝐎 𝐌𝐎𝐑𝐄𝐋𝐋𝐈 (𝐩𝐢𝐚𝐧𝐨𝐟𝐨𝐫𝐭𝐞)
Monica lo scorso anno ci aveva emozionato con la sua musica all’interno della Chiesetta della Madonnetta. Quest’anno è affiancata dal marito Stefano, brillante pianista nonché compositore.
L’affiatato duo si esibirà con un repertorio classico nella corte di 𝑉𝑖𝑙𝑙𝑎 𝑇𝑖𝑒𝑝𝑜𝑙𝑜 𝑃𝑎𝑠𝑠𝑖

𝐘𝐄𝐋𝐋𝐎𝐖 𝐃𝐄𝐕𝐈𝐋𝐒
Band formata da giovani talentuosi, che hanno iniziato a suonare insieme semplicemente per divertirsi, trovando un grande affiatamento. Propongono brani jazz, lo fi, blues, neo soul e funk.
Si esibiranno presso la 𝐶𝑎𝑠𝑎 𝑑𝑒𝑔𝑙𝑖 𝐴𝑙𝑝𝑖𝑛𝑖 a Carbonera

𝐒𝐄𝐆𝐍𝐀𝐋𝐈 𝐂𝐀𝐎𝐓𝐈𝐂𝐈
Questa famosa Nomadi Cover Band proporrà brani del noto gruppo emiliano. I cinque musicisti porteranno tutta la loro passione ed energia all’interno del 𝑃𝑎𝑟𝑐𝑜 𝑆𝑎𝑛𝑡’𝐴𝑟𝑡𝑒𝑚𝑖𝑜.

A tutti loro va il nostro più profondo ringraziamento.

Ringraziamo altresì Alessandro Fraccaro de 𝐼𝑙 𝑃𝑒𝑛𝑡𝑎𝑔𝑟𝑎𝑚𝑚𝑎 𝑆𝑡𝑟𝑢𝑚𝑒𝑛𝑡𝑖 𝑀𝑢𝑠𝑖𝑐𝑎𝑙𝑖 di Castelfranco Veneto per aver prestato la tastiera.

Vi aspettiamo NUMEROSI il 12 settembre al Parco Sant’Artemio di Treviso

CPLV21 A SOSTEGNO DELLA RICERCA PEDIATRICA

𝐂𝐏𝐋𝐕𝟐𝟏 continua il suo impegno a sostegno della ricerca pediatrica, in particolare per la cura definitiva dell’ernia diaframmatica congenita infantile. Ce ne parla la dottoressa Martina Piccoli dell’ Istituto di Ricerca Pediatrica di Fondazione Città della Speranza