Muoversi fa bene. Al fisico e all’anima.

Passeggiare è una delle forme più semplici ed inclusive del movimento spontaneo ed ha la capacità di riportarci alla nostra natura più vera, favorire l’interazione tra le persone e la riscoperta dell’ambiente che ci circonda. Non virtualmente, ma attraverso il buon fare e le sue infinite sfaccettature: la parola, gli sguardi, le espressioni, gli odori, i colori, i suoni, i sentimenti, la condivisione, la soddisfazione.

Eppure, le persone si muovono poco. Preferiscono sempre di più esplorare mondi virtuali ed incontrarsi sui social, illudendosi di essere attivi solo perché utilizzano simulazioni effimere. I tempi in cui ogni bambino conosceva il sapore della terra e i più grandi si rilassavano “facendo due passi” sono ormai passati.

Il nostro scopo è quello di riportare l’attenzione sull’importanza del movimento e così sull’efficacia della semplicità e sul valore del buon fare.

Lo strumento che abbiamo scelto è una passeggiata, che vogliamo ripetere ogni anno all’interno dei luoghi che viviamo quotidianamente, per permettere a tutti (sollecitando così anche l’abbattimento delle barriere architettoniche) di scoprirne le bellezze e le ricchezze che non sono solo materiali, spesso invisibili e lontane per chi le sfiora rinchiuso in una macchina. Un modo per restituire la ricchezza della città alle persone.

Ad ogni partecipante chiediamo un piccolo contributo che  verrà devoluto  interamente a scopi benefici concreti, che ogni anno indichiamo. Per i primi tre anni, ad esempio, ci siamo impegnati a finanziare un progetto di ricerca promosso e sostenuto da Fondazione Città della Speranza nell’ambito delle patologie pediatriche. 

Ecco che allora il movimento, oltre a farci bene, può aiutare concretamente chi è meno fortunato.

A patto però che unisca le persone.

Più saremo, più la nostra azione sarà efficace.      

ISCRIZIONI CPLV 2020

Puoi scegliere tra iscrizione online o presso i punti di raccolta.

Trovi le istruzioni nella pagina dedicata.

ATTENZIONE

In caso di annullamento della manifestazione,

le donazioni raccolte tramite iscrizione alla camminata o per sostenere l’evento saranno comunque destinate ai fini benefici indicati e non saranno restituite.